giovedì 29 luglio 2010

Quando ci si sente così...

A volte basta poco...l'alleviarsi di un dolore, mettersi le scarpine ed uscire in una bella serata estiva, sognando maratone, corse, gare ..ma soprattutto noi..sereni e felici di ciò che siamo!

video a suo tempo già pubblicato dal mitico Furio(ma che stasera mi calzava a pennello)

7 commenti:

stoppre ha detto...

che carino !! bellissimo

fathersnake ha detto...

Una piacevole sintesi del piacere di correre.

Patty ha detto...

sì sì ti sembra proprio di poter correre all'infinito senza meta!!!

Anonimo ha detto...

Corrado:questo umore cosi' positivo non può che far fare allenamenti ottimi....non ti fermeresti piu'...bè forse sto esagerando...ciao

stoppre ha detto...

oggi mi sentivo così....fino al 18° km, poi è iniziata la faticazza..

Anonimo ha detto...

bellissimo..

Ileana ha detto...

Sono Ileana, una maratoneta di Torino. Purtoppo rispetto agli anni passati ho notato un netto peggioramento organizzativo della bellissima “Névache – Briançon” .
Rifornimenti:
Con un freddo cane mancavano bevande calde anche all’arrivo. Sorprendentemente ad atleti in corsa veniva distribuita acqua e Coca Cola.
Al mio arrivo ho trovato solo pezzi di baguettes su un tavolo sporco. Neanche un the caldo.
Orario e data:
La scelta del mese di agosto e la partenza alle ore 18,00 (non tutti fanno la gara in un’ora e mezza) non mi sembra la migliore. Meglio Luglio come un tempo.
Arrivo in caserma:
Arrivare dopo una bella volata tra ali di folla nel centro città è certamente piu’ simpatico che entrare in una caserma dismessa con docce ed ambienti fatiscenti.
Business:
La sensazione è che ormai la massa aumentata di maratoneti sia vista come un’ottima opportunità di business visto il livello delle quote di iscrizione.
Mi dispiace fare queste considerazioni su una manifestazione sportiva (quest’anno a mio parere molto poco pubblicizzata) cui ho preso parte con grande entusiasmo e simpatia e che purtroppo mi ha molto deluso.
Unica nota positiva l’entusiamo ed il sostegno degli abitanti grandi e piccini presenti sul percorso nonostante il maltempo.

Ileana D’Angelo (Torino)
20 Agosto 2010