domenica 1 agosto 2010

Rocca-Madonna della Neve


Via una madonna della neve... eccone un'altra.
Sono giorni convulsi, gli ultimi botti lavorativi in previsione di una settimana di ferie mi sfiancano. Ho avuto tre giorni di mal di pancia prima di questa gara, tanto che, la stessa, fino all'ultimo è stata in dubbio.
Partecipo quindi col solito spirito "d'allenamento" : faccio moltoa fatica ad affrontare la salita, soprattutto a livello muscolare...quindi occorre prendere di petto il problema ed affrontarlo con quella che è la prova più impegnativa la "corsa" in montagna.
Che poi dire corsa è relativo..dato che ho praticamente sempre camminato. Tranne l'ultimo tratto di discesa finale, dove credo mi siano letteralmente partite le giunture alle articolazioni.
Fino ad allora ero andato per funghi, e preso dalla vergogna ho deciso di recuperare qualcosina almeno nel tratto favorevole.
Intanto su ad attendermi sono arrivati già un grande Massimo, ed un bravissimo Enfia ,che secondo il mio modesto parere ha in queste gare il suo punto di forza.
Grazie ad una scarsa partecipazione giungo 27°su 56 arrivati (secondo di categoria ,per grazia ricevuta).

Caffè, pasta e dolciumi oggi sono garantiti.
L'assu sì da il via alla festa alpina, ma ahimè il lavoro mi attende e non posso godermi la bella atmosfera di festa che si respira..
Torno trafelato a casa, sbagliando pure tragitto al ritorno.

Doccia, martini, birra,un piatto di pasta e...
...si va a lavorare!

2 commenti:

Anonimo ha detto...

Grande Guido.... e se la voglia di soffrire fosse stata veramente in vacanza stamattina saresti rimasto a poltrire a casa mica saresti venuto su per i "bric".
Enfia

fathersnake ha detto...

Ma perchè non c'è mai una Madonna delle spiagge??