giovedì 6 maggio 2010

Quando lo sport fa Harakiri


A seguito del comunicato minaccioso pubblicato nel post qui sotto, pare che alcuni presidenti di società Fidal inviino lettere ai propri atleti tesserati invitandoli a non partecipare in fututro a gare uisp (senza omologazione Fidal).
Si sosterrebbe infatti che anche l'affiliazione Uisp di un atleta presso un ente associato, non consenta la partecipazione ad una gara (se si è già in possesso di una tessera Fidal).

Si mettono inoltre le mani avanti sostenendo che, ogni eventuale deferimento e/o multa, sarà a carico del singolo atleta.

Ora considerando che l'80% dei tesserati in questo caso risulterebbe "fuorilegge"(in quanto possessore di doppia affiliazione Fidal/Uisp), qui si rischia veramente di uccidere uno sport (e la Federazione).
In molti a fronte di queste minacce si dicono infatti già pronti a revocare la loro tessera Fidal.

Qualcuno gentilmente chiarisca la diatriba, in nome del vecchio buon senso od a rimetterci saranno tutti!!


13 commenti:

franchino ha detto...

Ma sei sicuro che la doppia affiliazione sia vietata?

... E io corro! ha detto...

Franchino io sono sicuro del contrario , ma ho letto una mail di un presidente (la società te la dico in pvt) che sostiene il contrario e "consiglia"appunto di evitare... Senno lo si fa a proprio rischio....

Pimpe ha detto...

che tristezza.....

fathersnake ha detto...

Nel ciclismo era UDACE contro UNLAC, sebbene non si raggiungessero simili livelli di discordia.

enfia ha detto...

Visto che ho qualche trascorso di collaborazione nei giornali locali e visto che molti atleti deferiti sono della zona e la gara in discussione è stata quella di San Maurizio, ho girato il comunicato ufficiale al Risveglio.

Nel calcio (dove peraltro gira anche qualche rimborso spesa per gli atleti oltre al fatto che grazie agli sponsor sono normalmente spesati) UISP e FIGC non si rompono le scatole più di tanto.
Non vedo perchè in uno dei (se non il più) poveri sport debbano creare problemi all'atleta amatoriale che per fare alcune gare sottocasa deve essere affiliato ad un ente e per farne altre ad un altro ente (sobbarcandosi peraltro i costi di affiliazione di entrambi gli enti oltre a quelli di partecipazione alle singole manifestazioni).
Enfia

costanza ha detto...

no...ma dai......e questa da dove se la sono tirata fuori???? ora chiamo emiliano e gli chiedo delucidazioni in merito. guido: ti manderò mail privata con dettagli della telefonata. lui per forza ne sa qualcosa di più.

costanza ha detto...

notizie fresche: emiliano dice che finchè la FIDAL DI ROMA non vieta il doppio tesseramento con una legge specifica, non possono fare nulla i "2 personaggi" in questione (tradardi e scuderi ndr). e dice anche che qualcuno alle gare dovrebbe prenderli a sberle e che in fin dei conti la fidal non si è nemmeno degnata di scrivere 2 righe alla uisp x chiedere spiegazioni in merito a domenica, come dei veri struzzi abbaiano alle spalle... dovete capire che emiliano è piuttosto incazzato sulla questione :-)

franchino ha detto...

Vediamo stasera cosa dicono a Piemonte in Corsa. Bisognerebbe mandare una mail a Podisti.Net così la pubblicano (ci sono stati già dei precedenti) e vediamo come si comportano i vari Comitati Regionali.

Confermo che il doppio tesseramento non è vietato, sono andato a rileggermi la vecchia circolare di intesa Uisp-Fidal firmata da Arese:
Per quanto riguarda, invece, le categorie comunemente denominate Assoluti (Allievi, Juniores, Promesse e Seniores), il divieto per i tesserati Fidal in queste categorie di prendere parte alle gare Uisp e, parimenti, il divieto per i tesserati Uisp nelle suddette categorie di partecipare alle gare Fidal; tale norma non vale, ovviamente, nel caso in cui si sia in possesso di doppio tesseramento sia Fidal che Uisp

http://www.podistidoc.it/articoli/3389/interpretazione_autentica_della_convenzione_uisp___fidal.htm

http://www.podistidoc.it/articoli/3245/stessi_diritti_per_master_fidal_e_master_uisp.htm

... E io corro! ha detto...

@Frank sei stato grande ed esaustivo. In effetti esaminando accuratamente la classifica della gara Fidal, si sono limitati a minacciari atleti che hanno gareggiato alla gara UISP come "atleta individuale" in possesso di tesseramento fidal TO.(come erroneamente esplicitato sul volantno) e nessuna minaccia ha toccato chi in possesso della doppia affiliazione (praticamente tutti gli altri). Il guaio è che se tutti si prendono pure la briga di dare libera interpretazione al comunicato Fidal (minacciando velatamente i propri tesserati), millantando conoscenze e/o telefonate in federazione, qui non ne veniamo più a capo.

Certo è che ne hanno tempo da perdere per giustificare il proprio lavoro. E mi chiedo: ma quanto rendono gli amatori della domenica alla federazione per sobbarcarsi così tanto impegno?..

... E io corro! ha detto...

Non so se avete sentito la trasmissione, ma io ho avuto l'ardire di chiamare ed il presidente del Borgaretto 75 mi ha risposto che l'accordo vale esclusivamente per le categortie promozionale. E NON per i Master che son considerati altleti.

franchino ha detto...

Esatto, ma devono sanzionare in primis chi organizza non chi va! Io all'iscrizione se non mostro il tesserino Uisp non mi devono far correre.

... E io corro! ha detto...

@Frank ma a sentire "loro"...anche se io ho il tesserino UISP (che in effetti ho) sono soggetto passibile! (Almeno così l'ho percepita)

... E io corro! ha detto...

CHI CONTROLLA IL CONTROLLORE ?


Dalla convenzione Fidal- Uisp copio incollo (Grazie Frank):

1) L'Uisp, i suoi Comitati e le società ad essa affiliate possono organizzare gare podistiche omologate dall'Uisp aperte anche a tesserati Fidal per le categorie Esordienti, Ragazzi, Cadetti, Amatori e Master, senza bisogno di affiliarsi alla Federazione o di versare alla stessa alcuna tassa gara. Ovviamente i tesserati Fidal che partecipano a queste gare non incorrono in nessuna sanzione da parte della Federazione.

2) I tesserati per l'Uisp o per sue società nelle categorie Esordienti, Ragazzi, Cadetti, Amatori e Master hanno diritto a partecipare alle gare Fidal senza alcuna distinzione rispetto ai tesserati per la Federazione. Ciò vale, nello specifico, per l'inclusione in classifica ed il diritto ad eventuali premi, fatte salve le gare valide per i Campionati provinciali, regionali o nazionali (se la gara non è esclusivamente di campionato e viene
stilata una classifica a parte per i Campionati, nulla osta alla partecipazione alla gara ed all'inserimento in graduatoria, senza l'inclusione nella classifica valida per il campionato).

3) Gli atleti/e tesserati per l'Uisp o per sue società hanno diritto, se vogliono, a tesserarsi anche per la Fidal e viceversa.


4) Per quanto riguarda, invece, le categorie comunemente denominate Assoluti (Allievi, Juniores, Promesse e Seniores), il divieto per i tesserati Fidal in queste categorie di prendere parte alle gare Uisp e, parimenti, il divieto per i tesserati Uisp nelle suddette categorie di partecipare alle gare Fidal; tale norma non vale, ovviamente, nel caso in cui si sia in possesso di doppio tesseramento sia Fidal che Uisp.