mercoledì 9 luglio 2008

Baropodometrico

Test fallito miseramente!
Dopo una settimana di riposo assoluto, oggi, fiducioso, ho tentato una breve corsetta per valutare se potevo riprendere la mia attività preferita. Stasera, nelle mie speranze, c'era la gara a Lugnacco (valchiusella), una di quelle collinari belle a farsi!
In settimana ho fatto un altro esame baropodometrico: son convinto che oltre ad aver esagerato con le gare, il mio problema sia ancora provocato dal mio appoggio maldestro (sono un supinatore). Così, pur di non lasciare niente al caso, mi son anche fatto rifare i plantari (con quello che costano ci uscivano quasi due paia di scarpe).
Ho continuato con ghiaccio, pomate ed anti-infiammatori, ho addirittura tentato con l'elettrostimolazione...ma nulla il dolore, soprattutto quello alla tibia destra è ancora molto intenso (simile a quello provocato da un brutto ematoma anche se nel mio caso non si vede assolutamente niente di anormale), non mi permette un appoggio senza che io sia costretto a digrignare i denti e, per di più, ora si è messo a far male anche a riposo.
Ho tentato anche la mia solita autodiagnosi ghugheliana....periostite? Frattura da stress?...
Se il dolore non cessa dovrò farmi vedere da uno specialista....

....al momento rimane solo lo sconforto, ero veramente convinto di poter riprendere già da stasera.
Sempre la stessa solfa, appena uno comincia a ritrovare un pò di forma...è costretto a fermarsi.
A volte penso che correre non faccia poi così bene...(intanto sono in piena crisi d'astinenza).

13 commenti:

Cristina ha detto...

Ciao Guido, in crisi di astinenza siamo in due! Io non corro decentemente ormai da 10 gg, continuo ad avere dolori alla gamba sx, credo dovuti al nervo sciatico infiammato, e ogni tentativo di corsa (l'ultimo fatto domenica scorsa) mi crea maggiori dolori! Mi sono decisa a prenotare per venerdì una visita specialistica al Centro di mediciana sportiva di Torino, sperando in un 2° miracolo! La prima volta che ci sono stata mi avevano guarito da una bruttissima tendine dopo la mia prima maratona (una vita fa!). Non ti sto a spiegare il mio stato d'animo, sono nervosa e tesa come la corda di un violino, e mentre io soffro il mio antagonista n.1 (Vita) non solo corre, ma vola ...
Destino crudele!
Cris

Master Runners ha detto...

Forza Guido, non ti abbattere più di tanto, vedrai che appena potrai provare questi nuovi plantari sarà come rinascere!!
In bocca al lupo! ;)

... E IO CORRO! ha detto...

@ Cris..quanto ti capisco...cheppoi il tuo rivale numero uno, vedessi come fa il galletto quest'anno. Bisognerebbe proprio rimetterlo al proprio posto ;)
Io, intanto sfioro la crisi coniugale , tanto sono intrattabile...se non mi rimetto presto mi (ri)divento un alcolista!!:D
Il mio prossimo tentativo è fissato per venerdì (c'è Barbania)..accendo un cero.

ps. se quelli della medicina sportiva, risolvono il tuo problema, poi passami il numero.

@master grazissime..sperem, non posso ridurmi alla bici, anche perchè non so neppure agganciare le scarpe ai pedali!

Mic ha detto...

Anch'io ne ho passate di simili alle tue: infiammazione del tendine che corre all'esterno della gamba, dalla caviglia, fino a risalire in fianco alla gamba. Prima ci convivevo, ma l'unico sistema per guarire è stato un lungo stop. Non ti dico quanto per non avvilirti. Hai fatto bene a rivolgerti ad un centro podologico, perchè sono infiammazioni da sovraccarico, che nascono da una inefficienza biomeccanica. Almeno nel mio caso: io sono pronatore e non lo sapevo; anch'io mi sono fatto fare i plantari, ma non li uso +. Solo scegliendo bene le scarpe non ho + problemi. Guarisci per bene, prima di riprendere.

franchino ha detto...

Ragazzi mi spiace per i vostri problemi, come sapete ci sono passato anche io quest'inverno e vi capisco molto bene. Però non vi abbattete, cercate se possibile di distrarvi facendo altre attività che vi piacciono e che magari vengono accantonate durante i periodi che ci si allena per carenza di tempo. Essere nervosi purtroppo non cambia i fatti e fa vivere male noi e chi ci sta vicino.
Credo che la visita da un buon specialista magari osteopata sia la miglior cosa, a me ha fatto miracoli.

Guido lascia stare Barbania, correre sul male è il metodo più sicuro per infortunarsi seriamente.

Ciao a tutti e un grossissimo in bocca al lupo!

La Polisportiva ha detto...

Guido! che pena sentirti così giù. Lo so che è dura star fermi, ma tento un elenco di attività alternative per non perdere la forma e magari per avere chances in più quando riprenderai:

1- dedicare tempo allo studio di metodiche di allenamento (c'è parecchia letteratura in giro) serve tempo per comprenderla e "tararla" su di sè.

2- bicicletta: esisteranno blogghisti ciclisti, no? E' ora di sfidarli..

3- fai nuoto! Mia moglie si è infortunata il ginocchio quest'inverno e nuotare l'ha aiutata molto.

4- escursioni in montagna: da provare, magari non ti da fastidio (o magari si..)

5- pattinare (forse una occasione x imparare?)

6- fare uscite con la macchina foto
7-...

Ognuna di queste cose ti porterà a incontrare nuove persone, e ti arricchirai.

I migliori auguri...secondo me ne esci bene, ma devi fermarti. Non pensare alla corsa per un po'. Sii "polisportivo"....

Igor ha detto...

Mi dispiace Guido.. Vedrai che tornerai più forte di prima.. questi stop a volte servono se presi con la grinta giusta.. In bocca al lupo!!

... E IO CORRO! ha detto...

@polisportiva io non demordo...son troppo cocciuto (certo è che se mi facevo di droghe forse non pativo così tanto l'astinenza)..se domani solo riesco ad allungare la gamba, provo a riprendere!(io il fermo proprio non lo reggo, del resto correvo anche con una costola fratturata)

@igor grazie! (Complimenti per Lugnacco )A me le collinari piacciono molto..(anche se mi rovinano) Stasera la mia compagna sostiene di averti visto allenare a san Maurizio dal pulmann mentre tornava a casa...ormai sei un mito !:D

UomoCheCorre ha detto...

@Guido
Mi spiace molto, Guido. L'unica cosa che ti posso consigliare è il riposo almeno per qualche giorno. Un breve stop magari fa miracoli.. In bocca al lupo!!!

Alvin ha detto...

quel dolore che hai alla tibia per casso si localizza a circa 10 cm sotto il ginocchio nella parte interna? forse anch'io ho il tuo problema ma in genere dopo 2 km mi scaldo e non mi da più fastidio, come dicono franchino e gli altri, il riposo fa miracoli...

... E IO CORRO! ha detto...

@alvin sì pressapoco, ma a me da fastidio parecchio (sembra quasi un dolore osseo)..e anche se dopo un pò parrebbe migliorare..come mi fermo son dolori!!!!!

Mathias ha detto...

Guido arrivo un pò ritardo sul tuo post..ma mi spiace cavolo, sei proprio sfortunato..spero che il vento giri, devi prenderti parecchie rivincite(hai una costola che grida ancora vendetta)..tienici informati e non abbatterti, fa un caldo bestia...allenarsi ora è massacrante, meglio il riposo in attesa di guarire

Anonimo ha detto...

Ciao E IO CORRO.......
Sono passato per caso in questo blog e leggendo il tuo articolo riguardante il plantare non ho potuto fare a meno di contattarti per farti qualche domanda. Anche a me piace correre, ma ho dovuto smettere per via di un forte dolore alla tibia che gia dopo pochi allenamenti mi azzoppa (sopratutto la gamba sx)La mia farmacista (anch'essa amante della corsa )mi ha consigliato un esame baropodometrico per verificare l'appoggio dei miei piedi durante la corsa per poi passare, se fosse necessario, all'inserimento di un paio di plantari. Piu' o meno quindi quello che ti e' successo o sbaglio? Ma quindi la mia farmacista mi ha consigliato perfettamente. I plantari vanno benissimo??? cosa mi dici della tua esperienza??? Sono in crisi. Non so come risolvere il problema e entrare nel giro di ortopedici mi fagrande paura, visto i risultati ottenuti in esperienze passate..
Tante grazie. massimanca@gmail.com