domenica 15 giugno 2008

Staff-Pialpetta (una festa di corsa!)

Questa è una bella storia!

La “competizione” nasce oltre vent’anni fa su idea della parrocchia di Leinì:una staffetta che unisce la parrocchia alla casa alpina (anch’essa parrocchiale) di Pialpetta , una frazione montana di Groscavallo che dista 50 km esatti dal centro periferico Torinese.
Non trattasi di vera e propria gara agonistica, anche se, col trascorrere degli anni sta un po’ assumendo (seppur con le dovute sfumature) questa connotazione.

Si corre contro il tempo: 16 frazioni da percorrere con tanto di giudici, cronometristi ufficiali ed ambulanza; cercando , per quanto possibile, di migliorare i rispettivi personali.
La voglia di misurarsi su questo tracciato, in questa giornata di festa, è così tanta che da due anni si è unito al gruppo leinicese anche quello di settimo con la sua podistica settimese che, quest’anno, ha messo in campo ben due squadre! (A e B).

Anche oggi, grazie soprattutto a qualche ottimo frazionista, si è riusciti nell’intento di migliorare ,anche se di soli 9”, il tempo leinicese assoluto dell’anno precedente.
La prova più veloce è stata comunque dell’Atletica Settimese A, che ha migliorato il tempo totale di circa 9 minuti.

Entrando a far parte della podistica setzu, anch’io quest’anno sono stato chiamato a cimentarmi con questa , devo dire, divertentissima lotta al tempo.
Ho corso la mia tappa montana da Fè a Chialamberto di 3,5 km in 13.40” (il record di frazione è di 12’27” e resiste dal ’94).
Un tempo che non mi ha neppure permesso di primeggiare sulla tappa, vinta dall’ottimo presidente dell’Atletica Settimese Iacovelli Michele (M55!), che mi ha preceduto di ben 16 secondi.

Medagliati tutti i partecipanti e, con un minitrofeo,premiati i record di frazione (ne ho contati almeno 6).
[Un plauso particolare al mio collega di squadra Fabrizio Guglielmo che ha corso entrambe le ultime due (durissime) frazioni, disintegrando ogni record precedente!]

Correre è veramente un divertimento alla portata di ciascuno di noi, e questo tipo di competizione lo ricorda a tutti quanti: atleti seri, semiseri o dilettanti allo sbaraglio che si voglia; tutti uniti in un unico grande clima di festa.
Ed ogni festa che si rispetti culmina col momento dell' abbuffatta collettiva, alla faccia di un clima più che autunnale.

8 commenti:

franchino ha detto...

Che bello pure il diplomino! Una cosa seria dunque! Non sapevo esistesse questa staffetta.
Te come va Guido, sei guarito?

... E IO CORRO! ha detto...

Io sto abbastanza bene, a dire il vero quei 3km e mezzo mi hanno stancato quanto una gara più lunga..però è stato divertente!
Ora attendo anche un pò d'estate a migliorare le prospettive...

Mathias ha detto...

Che bella competizione..L'abbuffata finale è la molla di ogni podista. Vedi ad esempio l'altro ieri qui..Una gara di 15km svolta in un contesto bello all'interno della Sardegna, ma a fine gara gli organizzatori non han fornito praticamente un fico secco..la gara da bella è diventata una merdata assurda nelle parole di chi vi ha partecipato!!

Furio ha detto...

Che bella staffetta!
Bravo Guido, non molli mai ;)

ARBOLLE ha detto...

sa, sta sera ci siamo a bairo? Cercami, sono con la solita maglia blu.

Master Runners ha detto...

Bravo Guido, fare una staffetta è più impegnativo.
Una volta l'ho fatta anch'io ed è stata una bella esperienza.

... E IO CORRO! ha detto...

@arbolle purtroppo non sono riuscito a cambiar turno di lavoro. Mi è proprio spiaciuto, i miei "colleghi" l'han fatta tutti.. :/

... E IO CORRO! ha detto...

ah..mi spiace..anche perchè...(anche se solo) per una settimana sono stato primo in classifica uisp del campionato canavesano M40 (posso testimoniarlo).