giovedì 12 giugno 2008

Notturna a Favria

Eleonora sostiene che dovrei dare un'altra connotazione ai miei post, cercando di essere un tantino più ottimista....
Come darle torto (!) Quindi oggi tralascerò i dettagli tecnici della gara. Non vi dirò infatti di essermi praticamente piantato al terzo chilometro, di aver preso la decisione sbagliata recandomi in loco in vespa- calcolando in maniera errata lo spostamento delle nuvole temporalesche- e tornando a casa fradicio . Trascurerò altresì la mia notte insonne , in preda, questa volta, ad una tosse secca senza tregua -se posto alle 6 del mattino, un motivo ci sarà pure-.

Tralasciando quindi il tutto, vi scrivo che il branzino cucinatomi amorevolmente, s'abbinava perfettamente con la bottiglia di trebbiano d'Abruzzo donatami come pacco gara!
[le foto sono un omaggio al mio ottimismo]

7 commenti:

ARBOLLE ha detto...

Porco cane, ti voglio conoscere... fra un po' arriverà il filmato.
Ciao

GIAN CARLO ha detto...

Branzino e vino bianco sono un mio cult.
Volevo farti notare per pignoleria che sulla colonna di sinistra dove ci sono i libri ti è uscita male la parola comodino.
Mattatoio 5 l'ho letto moltissimi anni fa. La versione di Barney di cui ho sentito parlar bene vorrei leggerlo.

ARBOLLE ha detto...

Grazie infinite ancora a mia madre a a mia moglie...

http://www.youtube.com/watch?v=76uBCo8ZLE0

Massimo ha detto...

...con una cuoca cosi'...!

franchino ha detto...

Ma sei uno stakanovista... Ma non dovevi riposarti e rimetterti a posto fisicamente?! E' più forte di te...!
Allora quando si vuole assaggiare un buon branzino sappiamo dove andare... :D

Furio ha detto...

Guido, più cuoca e meno gare :)

UomoCheCorre ha detto...

Direi che ha ragione Eleonora. Come si dice: "Guido, l'ottimismo è il sale della vita!!!" :-D