sabato 26 aprile 2008

Post-ura (un allenamento deludente)




Ieri,ho approfittato di una tregua del dolore, e dell’effetto contramal, per concedermi un improbabile test su una media distanza (13,9 km).

Quindici giorni di fermo, il dolore, (sì sopportabile, comunque condizionante) ed il primo caldo, han reso questi pochi chilometri davvero difficili. Solo la tanta voglia di riprendere a correre ed il mio Garmin nuovo nuovo( bello bello!), han fatto sì che riuscissi a ritornare a casa correndo.

Dimenticate le buone sensazioni ed il discreto stato di forma che avevo alla vigilia della Turin Marathon, il mio corpo sembrava un baccalà nella vana ricerca di una corsa quantomeno composta. Le tibie come due pezzi di piombo e la fatica( tanta, troppa),mi han ricordato, tutto ad un tratto, che noi podisti siamo quantomeno ammirevoli per costanza e masochismo!

6 commenti:

franchino ha detto...

Ciao Guido, allora stai riniziando?! Son contento ma cerca di non forzare troppo, se stai prendendo ancora antidolorifici vuol dire che non sei ancora guarito al meglio. In ogni caso un grosso in bocca al lupo, sei proprio un guerriero nato!

Guido ha detto...

@franchino eh..hai ragione, infatti stasera ho provato a forzare: 10km a 4'15" (non pensavo di riuscirci!)..non ti dico il male che ho ora!
A volte me le cerco proprio...

franchino ha detto...

ti tses propi mat... ma va pian!

Andrea ha detto...

Azz.. Guido, non riesci proprio a stare tranquillo, vero? Ti capisco!!!

Fossi in te, però, cercherei di ridurre il chilometraggio al minimo, magari non fare più di 5-6 km per seduta.

Ciao e spicciati a rimetterti in forma che si avvicinano le gare serali ;-)

SPAGHETTO... ha detto...

menkia.....pensavo di essere l'unico testone...ma a quanto pare noi podisti...anzi..noi atleti siamo fatti con lo stampino!!!!!!

Micio1970 ha detto...

Guido ... non si corre con gli antiinfiammatori ... in corpo! Te lo dice uno che fece un intero torneo di tennis con gli antiinfiammatori e si fermo 2 mesi causa quell'imprudenza!