domenica 13 settembre 2009

Correndo per Casalborgone




La gara che non ti aspetti.
...Non tanto per il tempo impiegato a percorrere il tracciato, come da pronostico, ma come tipologia di percorso: molto tecnico .
La gara, da volantino, era definita "misto" , ma ricordo di aver corso "collinari" quest'anno decisamente meno impegnative! Non il massimo visto i miei acciacchi e la mia (poi disillusa) speranza di correre finalmente una gara pianeggiante.
Detto questo, sostengo che il paesaggio, tra queste colline è davvero bello e, chi ha avuto la lucidità necessaria per goderselo, ne avrà sicuramente gioito.
Io posso solo ringraziare la caparbietà di Cristina (terza assoluta) che mi ha portato a correre prima e dopo la gara. (Non paga, stasera affrontava un bigiornaliero in vista della maratona di fine ottobre!).
Ora resto in attesa degli effetti sulle mie gambe di una discesa vorticosa. Incrociate le dita, grazie!



Aggiungo anche il tracciato altimetrico, perché possiate capirne meglio la difficoltà (almeno la mia)

8 commenti:

Angelo Bip Bip ha detto...

Gara difficile anche per chi solitamente non ha difficoltà a macinare percorsi come questi, per un attimo ho avuto la sensazione mentre correvo di essere a domenica scorsa ancora alla 5 Laghi... un dejavù. Non mollare cerca di concedere però al tuo corpo le meritate e necessarie pause per riprendere al meglio.
Un saluto siete tutti simpaticissimi e seguo sempre i vostri post. Angelo.

franchino ha detto...

Ma al 5° km che c'era, una scala a pioli?!
Sempre caparbio Guido, grande!

... E io corro! ha detto...

@Angelo grazie,neanche in situazione fisiche ottimali, riuscirei a tenere il tuo passo per più di 500 mt! Sei un portento

@Franchino eh...è che poi, oltretutto al 5° iniziavo a patire i dislivelli. Anche nella prima parte si saliva e riscendeva. Dopo soli 500 mt, sentivo gente bestemmiare di fronte ad un "muro" di catrame (io ovviamente tra quelli).

Oggi, manco a dirlo, mi trascino...

Anna LA MARATONETA ha detto...

Mamma mia che altimetria, però...Complimenti...

Giuliano Hernandez ha detto...

I collinari sono sempre duri da digerire specialmente quando non te li aspetti, ma vedrai che presto pagano indietro in fatto di sviluppo.

MariaSofia ha detto...

L'anno scorso ho fatto solo gare su strada e rigorosamente in piano...prova a immaginare tutto quello che è passato nella mia mente mentre domenica correvo appunto per Casalborgone!!!

... E io corro! ha detto...

Eheh Maria Sofia .. Dopo una collinare così tosta ( nel 2009 eravamo tutti ignari perché non era neppure classificata tale ) , puoi affrontare ogni ostacoli! Ma ricorda ... Io ho imparato che nel canavesano di pianeggiante c'é ben poco ! ;)

Siamo forse privilegiati ?

MariaSofia ha detto...

Hai ragione,quest'anno la mia Società ha avuto la brillante idea d'iscriversi al campionato regionale UISP...di gare in piano ne ho viste poche a parte la Vivicittà e Stupinigi,su e giù per monti e colline,da Alice a Corio a Torre ecc...Ormai sono in ballo e mi tocca andare avanti,anche per difendere il mio primo posto di categoria nella classifica del regionale...a 100 punti dalla seconda,se mi fermo adesso,tutta la mia fatica è stata inutile!!
Ciao e buone gare!