lunedì 10 novembre 2008

La mia prima maratona! (a 40 anni)



Rimarranno indelebili nella memoria, questi due fantastici giorni.

Me la sono goduta proprio tutta.


Un ford Transit carico di entusiasmo, noleggiato per l’occasione, aspettava me e la mia personal supporter Eleonora, a Leinì.

Daniela, Ivano, Angelo, Fabrizio,Silvio e Carlo, gli altri nostri compagni di avventura. Un viaggio animato dalla lettura di testi classici del periodo post avanguardista, così interessante che Fabrizio ha voluto condividerne l’esperienza con la popolazione indigena locale.


Si giunge (dopo essere stati segnalati a tutte le pattuglie della polizia francese) a Nizza giusto in tempo per il ritiro del pettorale. Ci sono ancora da consegnare le tessere ed

i certificati medici per cui la fila si preannuncia eterna. Alla fine ci viene dato il pettorale con su stampato non solo il numero, ma anche il rispettivo nominativo, il chip ed u no zainetto quale premio di partecipazione.
L’albergo, dignitoso ed economico si trova a 4 km dal centro, nei pressi della casa dei genitori di Daniela, che ospitali ,ci accolgono con una quintalata di pasta, e frutta da intingere in un irresistibile cioccolato fondente!

La notte è movimentata, fortuna che io ed Eleonora abbiamo una doppia tutta per noi, in quanto rumori indicibili (!) giungono dalle stanze adiacenti , dove sono stipati i colleghi d’avventura.Le ore trascorrono pressoché insonni, mi sveglio più volte in preda ad un' ansia, mista alla solita preoccupazione di non portare a termine la gara.

Il “risveglio” è confusissimo, impiego più del dovuto a fare mente locale su come sistemare le valige in modo di avere un cambio pronto all’arrivo. Mi sento un bambino delle elementari in gita scolastica…Dopo la colazione, la mamma di Daniela ed Ele, ci accompagnano in centro e la giornata comincia a sorridermi.

Un bel sole ci attende e….. un delirio di visi tirati e sorridenti, colori, suoni, voci, accenti diversi…e sopra di noi il rumore d’elica di un elicottero per le riprese video.Il nostro tentativo di infilarci tutti nella stessa gabbia (perché ovviamente avevamo dichiarato tempi diversi), riesce solo a metà. Io e Carlo veniamo brutalmente ricacciati in quella successiva.Poco prima dello start, vedo infilarsi proprio davanti a me Luigina DeFinis dell’A.T.P Torino, che mi confiderà poi nel finale di avere avuto il pettorale da un amico che ha rinunciato all’ultimo, in quanto lei non era riuscita ad iscriversi in tempo utile (diecimila iscritti il tetto massimo) per cui comunque non apparirà in classifica.Gli italiani presenti alla gara devono essere comunque proprio tanti: ne vedo arrivare da Cuneo, Albenga, Milano…

Repentina, arriva la partenza!Impiego quasi due minuti ad arrivare alla linea dove risuonano senza intermittenza migliaia di chip. Lì parte la mia gara: metto in moto le gambe, il Garmin ed i secondi cominciano a scorrere…Ma non saranno così importanti: guarderò il cronometro pochissime volte fino all’arrivo. Gli occhi rimarranno estasiati dalla cornice alla gara.Si corre quasi sempre lungo il mare, tra ali di folla vociante. Un tifo entusiasta che non ci abbandonerà mai fino alla fine e che continuerà a spronarci coi “courage!” e con gli “alè alè” fino all’ultimo metro!Non credo di aver mai corso così rilassato, chiacchiero con Carlo, tengo un' andatura facile ma pressoché costante, la sensazione è ottima, del resto rimango timoroso: in vita mia non ho mai oltrepassato i 34 km e non so proprio cosa possa accadere dopo. Il venticinquesimo km segna l’inizio di qualche saliscendi che comincia ad infierire sulle gambe, accorcio il passo in salita e mi distendo seppur poco (il dolore alla coscia ancora si sente) in discesa.Dopo il trentesimo, comincio ad appesantirmi, ma lo spettacolo rimane incredibile e mi sprona a continuare con lo stesso ritmo. Intanto piano piano che si avanza, comincio ad intravedere alcuni corridori fermarsi lungo il cammino,c’è chi s ‘appoggia al muro a fare stretching, chi abbassa le braccia e comincia a camminare.Passato il 35° fatico a rispondere con la dovuta energia al tifo, ma scorgo ancora i volti della gente ne sento le voci che s’amplificano; così, le gambe, seppur pesanti, non vogliono saperne di fermarsi.Perdo un sacco di tempo ai rifornimenti, un po’ per la stanchezza, ma anche perché non sono gestiti alla perfezione: acqua , pochissimi sali, e coca cola(!??) come liquidi.Una leggera crisi arriva al 39° km, ma è più muscolare che altro…(non ho molti km nelle gambe), tengo duro, so che manca poco, (“ormai ce l’ho fatta” continuo a pensare!!)L’ultimo km non si dimentica :la folla è impressionante e scandisce con le mani il tuo incedere, la vista è un po’ annebbiata ma ritrovo tutte le energie che credevo perse…accellero.

Vedo il traguardo,il tappeto rosso, le gambe si allungano ancora, sento Ele che mi incita..alzo le braccia in segno di giubilo.E’ fatta!!!Non è un gran tempo: leggo 3 ore e 34 sul tabellone (il mio Garmin segnerà 3h 33.27 di real time) ma la felicità e così tanta che niente mi evita di esultare come un Gebre che abbatte il proprio record.Del resto è pur sempre un personale!M’infilano una pesantissima medaglia, mi tolgono il chip e mi regalano una maglietta con su scritto “finisher” di un discutibile colore maron.

Con molta fatica ci ritroviamo tutti, e ci scambiamo sensazioni e tempi. Il più bravo è stato Fabrizio che ha chiuso in 3h11 (vado a memoria),poi Daniela in 3h16; Ivano 3h 21, Angelo 3h26, Carlo in 3h 42 ed infine dolorante arriva Silvio che chiude (trascinandosi) in 3h50 dopo essersi dovuto fermare per via dei suoi tendini devastati da una vita di corsa (era transitato alla mezza in 1h e 17!) I sorrisi non si contano, decidiamo per un bagno, alcuni sfidano

l'acqua novembrina fino in fondo..io mi limito a ritemprare i piedi. C’è ancora il tempo per una doccia ed una cena sulla costa ligure a base di pesce!

L’entusiasmo non si placherà fino all’approdo nelle nostre case.


Sono felice.

25 commenti:

Anonimo ha detto...

COMPLIMENTI!! Sei diventato un maratoneta e nel migliore dei modi, una bella gara, goduta fino al fondo! Leggendo il tuo resoconto mi sono commossa, perchè capisco bene cosa hai provato. Goditela questa vittoria personale, che per qualche giorno di farà camminare sollevato da terra ... durerà poco, poi comincerai a pensare al prossimo obbiettivo, vorrai battere il tuo tempo, ricomincerai strenuanti allenamenti per togliere un paio di minuti! Stessa malattia, stessi sintomi ... putroppo non esiste cura! Baci, Cristina

Micio1970 ha detto...

Complimentissimi: sei stato un grande e hai stracciato al rubasso qualunque tua più ottimistica previsione: BRAVO!

Monica ha detto...

evviva!!! niente costole rotte 3 gg pirma della maratona! bravo...stai facendo progressi :)

scherzi a parte, fantastico tempo!

Anonimo ha detto...

....ora mi scende una lacrima, Guidoooo!!!!
Bravo, hai dato a voce a tante sensazioni provate alla mia prima maratona e soprattutto non dimenticheremo mai questa bellissima gita di squadra!
Un abbraccio, Dani

... E IO CORRO! ha detto...

@cristina e spero proprio che nessuno la trovi una cura! Dai che la prossima la si corre insieme! (Cioè tu davanti ed io ad arrancare)

@micio Grazie! Ma paragonato al tuo tempo è niente..presto mi preoccuperò anche io di migliorarmi. Per ora godo..così

@Monica.. nevvero? I miei amici si preoccupavano di preservarmi sotto chili di cellophane, per paura che mi accadesse qualcosa

@Daniela tu rimani la più caparbia,l'atleta (!)..
ed oltretutto ti sei dimostrata un'organizzatrice impeccabile.
Son felice (e commosso a mia volta) di aver trovato nello sport nuovi grandi amici

GIAN CARLO ha detto...

Benvenuto tra i maratoneti.
Poi le 42km saranno come le ciliege...una tirerà l'altra ;-)

Master Runners ha detto...

Bravissimo Guido!!!
Cacchio la prima maratona 3 ore e 34!
Devi essere stracontento cavolo, io ci ho messo 4 maratone per scendere sotto le 4 ore!
Complimenti Guido goditi pienamente questi momenti!

Di la verità, te la sei bevuta un sorso di Coca Cola ai ristori? :)

Daniele ha detto...

E allora complimenti!!!! Come non è un gran tempo? Non scherzare…:-)

Quindi è molto partecipata dal pubblico? Bene.. l’incitamento aiuta..

Mathias ha detto...

hai sconfitto la sfiga guidooooo..ce l'hai fatta sei stato un grandissimo

Rocha ha detto...

Bellissimo post e complimenti per ottimo tempo ! Anch'io arriverò ai 40 anni tra qualche giorno e sto preparando la mia prima maratona per febbraio 2009, spero di riuscire a provare anch'io quello che hai raccontato !

Michele ha detto...

Complimenti vivissimi !

Lucky73 ha detto...

La notte pre-gara sembra un pò il mio stato d'animo....paura di non arrivare anche se è strano: con il carattere che ho dovrei stare tranquillo al limite cammino :-))

Grande gara hai fatto, forse a Milano mancherà tutto quel tifo che all'estero invece è d'abitudine.

Certo che mi sono un pò rispecchiato anche se non ho i tuoi tempi, ma i tuoi timori, i tuoi limiti sul lungo (ho corso anche io al max 33,5 km) e magari anche qualche emozione ...ma per questo vedremo il 23!

Complimenti vivissimi!

... E IO CORRO! ha detto...

@gian carlo se seguissi il mio entusiasmo ripartirei già domani

@master runners sì ho assaggiato anche la coca in gara, quando disperato non ho trovato i sali...cmq viste le condizioni attuali sono soddisfatto, anche se, avessi corso a Torino ad Aprile, avrei preteso di scendere sotto l'ora e trenta.
Ma ieri non lottavo contro il tempo, dovevo semplicemente finirne una!

@Daniele io non ho esperienza di altre maratone, ma gente a tifare ve n'era ad ogni metro!

@Mathias, Michele... grazie!..Oggi, mi sento ripagato da tanta ostinazione...

@Lucky ho parlato con due milanesi durante il percorso. Sostenevano che a Milano il tragitto non è così ameno, ma se vuoi fare un buon tempo non c'è gara migliore.
Farai bene a prescindere... :)

... E IO CORRO! ha detto...

@Rocha Auguri doppi... Noi quarantenni siam tenaci...!

Massimo ha detto...

Bravo!Complimenti !Ottimo il tempo;poi,anche per averla affrontata con lo spirito giusto,in compagnia con gli amici,un fine settimana di svago,con la cigliegina della maratona....!
Chissa',forse un giorno ci provero' anch'io!

franchino ha detto...

Oh... finalmente! Sono proprio contento che tu abbia coronato questo sogno. Una bella esperienza, gli amici probabilmente ti hanno distratto dal pensare troppo alla gara e sei partito rilassato mentalmente. Anche il crono mi pare molto buono considerando la preparazione un pò zoppicante vero? Adesso ad Aprile Torino ti aspetta!

PS mi si è fulminato il neon in garage... ci pensi tu?

Anonimo ha detto...

non ce l'ho fatta...non ho resistito....eppure ci ho provato......a metà racconto son andato subito alla fine perchè ero tropp curioso.....bravoooooo guido.....spago

... E IO CORRO! ha detto...

@ Massimo grazie! Averla corsa senza troppa crisi ha fatto sì che il ricordo risultasse ancora più vivido e positivo. Anche senza accanircisi troppo con gli allenamenti (almeno) una maratona la devi proprio provare....

@Franchino gli amici sono una manna dal cielo, specie nella prima parte di gara..a volte avevo la sensazione di muovermi come se fossi comodamente seduto... A Torino, fatti gli dovuti scongiuri, proverò di certo a migliorarmi

@Spago... caro lettore precoce!Grazie... :)

Gianluca Rigon ha detto...

Buonissima la prima ! Grande racconto per una grande corsa: complimenti !

Paolino73 ha detto...

Bravo Guido la tua tenacia è stata premiata.
Complimenti!!!

Furio ha detto...

Guido!!
bravissimo, sono veramente contento, ce l'hai fatta, malgrado gli acciacchi e non sei nemmeno andato in crisi!!

La Polisportiva ha detto...

Guidooooooooooooooo!!!!
Bravissimo!!! Grande prestazione, grande trasferta, grande team...
Quando l'ho letto non ci credevo.
Grande racconto anche!

... E IO CORRO! ha detto...

@Gianluca, Paolino, Furio, polisportivo...
...grazie, grazie,grazie e grazie!..Troppo buoni..si poteva far di meglio (..ma anche no!) ;D

Andrea ha detto...

Complimenti davvero, Guido! Sono contento che tu sia riuscito a fare una bella gara. Quando ho fatto la mia unica maratona (Vienna), all'arrivo ero talmente contento che stavo per mettermi a piangere... A proposito... la mia previsione sul tuo tempo era corretta. Cos'ho vinto? ;-)

... E IO CORRO! ha detto...

@Andrea i calzini (usati)ti attendono! :)